I "custom" degli ARAH sono "eticamente" corretti?

I custom, i diorama e le guide per liberare l'artista che c'è in noi. Yo Joe!
Post Reply
User avatar
ric
Specialist
Specialist
Posts: 367
Joined: 18/09/2009, 21:23
Sei un G.I. Joe o un Cobra?: Cobra
Location: Bagheria

I "custom" degli ARAH sono "eticamente" corretti?

Post by ric » 09/12/2014, 13:45

Premesso che molte versioni custom dei G.I. Joe ARAH sono delle belle opere d'arte, mi chiedevo se secondo voi è giusto utilizzare dei giocattoli ormai fuori produzione da 20-30 anni per smontarli, riassemblarli, ridipingerli e/o scolpirli. Ogni action figure sottratta per creare un custom è un pezzo di storia che se ne va e che non tornerà mai più. Non sarebbe meglio conservare e preservare, piuttosto che distruggere per dare sfogo alla propria creatività?
Image

User avatar
Viper69
Moderatore
Moderatore
Posts: 2576
Joined: 19/10/2009, 16:04
Sei un G.I. Joe o un Cobra?: Cobra

Re: I "custom" degli ARAH sono "eticamente" corretti?

Post by Viper69 » 09/12/2014, 14:35

Sono d'accordo con te per quanto riguarda l'inutilità (e il danno "storico-archeologico" :) ) di tale pratica, anche se c'è da evidenziare che molte volte i custom sono fatti con pezzi di scarto, rovinati, sverniciati, danneggiati etc. quindi in questo senso i danni sono ridotti. Il fatto di smontarli/riassemblarli solamente è poi un qualcosa di reversibile in ogni caso.
Pratica più sacrilega (e stupida imho) lo è smoccare/smibbare pezzi molto rari vintage, perchè comunque mentre per i loose ci saranno sempre molti esemplari in giro, alcuni pezzi moc/misb sono contati (se non addirittura unici) e una volta aperti/montati sono andati per sempre ...
FORZA IRRESISTIBILE

CON BRACCIA SNODABILI ED IN ASSETTO DA GUERRA

User avatar
Techno-Viper
Moderatore
Moderatore
Posts: 1727
Joined: 31/12/2011, 0:15

Re: I "custom" degli ARAH sono "eticamente" corretti?

Post by Techno-Viper » 09/12/2014, 14:43

In linea di massima il tuo ragionamento non è affatto sbagliato, però bisogna contare che i G.I. Joe sono stati prodotti e venduti in centinaia di migliaia di esemplari, specie negli USA. Credo quindi che ci sarà sempre e comunque sufficiente "rifornimento" di ARAH per soddisfare le esigenze di tutti.

Bisogna contare anche che ci sono collezionisti che poi si stufano e vendono la loro collezione, o parte di essa, quindi tornano sul mercato anche quegli esemplari che si pensava fossero "sistemati" definitivamente. Inoltre, penso che per i custom si prediliga utilizzare esemplari loose privi di accessori, magari rovinati o danneggiati, non certo ARAH completi e in ottime condizioni.
"Non tollero che le mie opinioni vengano messe in discussione da un guitto trasformista!"

User avatar
Shipwreck75
Colonel
Colonel
Posts: 3144
Joined: 22/10/2011, 19:54
Sei un G.I. Joe o un Cobra?: G.I. Joe

Re: I "custom" degli ARAH sono "eticamente" corretti?

Post by Shipwreck75 » 09/12/2014, 15:34

Viper69 wrote:Sono d'accordo con te per quanto riguarda l'inutilità (e il danno "storico-archeologico" :) ) di tale pratica
Ed io sono d'accordo col buon Viper. Non si fa, è una cosa eticamente scorretta!! :contratto:
Viper69 wrote:Pratica più sacrilega (e stupida imho) lo è smoccare/smibbare pezzi molto rari vintage, perchè comunque mentre per i loose ci saranno sempre molti esemplari in giro, alcuni pezzi moc/misb sono contati (se non addirittura unici) e una volta aperti/montati sono andati per sempre ...
Parole sante! Questa è l'undicesima legge (è scritta in piccolo piccolo, nessuno l'ha mai vista però c'è) presente nelle tavole dei dieci testamenti di Mosè, e per la precisione la formula è questa : "NON SMOCCARE NE' SMIBBARE UN GIOCATTOLO DATATO!".
Ed è una legge che vale per tutti i giocattoli che sono arrivati ancora moc o misb dopo 30 anni o più ai giorni nostri. E ne sono rimasti così pochi... ed il loro valore economico attuale c'entra ben poco in questo discorso (poco o nulla, almeno per me), sono pezzi arrivati inviolati e scampati alla furia giocosa dei bimbi dei decenni passati. Aprirli oggi, perchè? Non lo capirò mai....

User avatar
d.a.t
Sergeant
Sergeant
Posts: 896
Joined: 25/09/2010, 16:12

Re: I "custom" degli ARAH sono "eticamente" corretti?

Post by d.a.t » 09/12/2014, 18:39

partendo dal presupposto che si tratta di giocattoli vecchi (ma non più di tanto) penso che quando uno se li paga ha diritto di farci cosa gli pare non sono quadri del 500 non sono statue dell'antica Grecia neppure manufatti egiziani. Il mio storm shadow dell'84 l'ho smoccato e l'ho messo in vetrina con gli altri, stessa cosa ho fatto con altri pezzi rari non per questo mi sento stupido :mrgreen: :mrgreen: e poi il mercato è libero e chiunque è libero acquistare o meno.
Stesso discorso vale per tutti gli altri giocattoli anche più datati dei joes come ad esempio i big jim,
sono disposto a pagarli cari perché voglio rivivere le emozioni di quando ero bambino. Li andavo ad aprire e li osservavo per parecchio tempo a "distanza zero" ed ero rapito da quei pezzi di plastica che consideravo veri e propri tesori. Ancora oggi quando ne apro uno ne annuso l'inconfondibile odore di plastica che mi ricorda il mio passato e le ore felici passate in compagnia degli amici ad inventarci mille e più avventure. Che male c'è?

User avatar
Sgt. Slaughter
Sergeant
Sergeant
Posts: 645
Joined: 18/09/2009, 20:08

Re: I "custom" degli ARAH sono "eticamente" corretti?

Post by Sgt. Slaughter » 09/12/2014, 18:59

sigh sigh... loro non sono d'accordo :(

Nameless Joe [G.I. Joe]
Image

il Ninja Imperiale [Cobra]
Image
" And that's an order. "

Image

User avatar
ilpapo76
Lieutenant
Lieutenant
Posts: 1408
Joined: 28/03/2013, 18:48
Sei un G.I. Joe o un Cobra?: G.I. Joe
Location: Milano

Re: I "custom" degli ARAH sono "eticamente" corretti?

Post by ilpapo76 » 09/12/2014, 19:06

Se fatti con pezzi da scarto, nulla da eccepire. Con personaggi integri penso che conti la concezione dei :gijoe: che ha ognuno di noi! Ma questo vale un po' per tutto cio' che e' vintage!

User avatar
Neapolitan Joe
Colonel
Colonel
Posts: 4444
Joined: 18/09/2009, 1:07

.

Post by Neapolitan Joe » 09/12/2014, 19:54

Io sono contrario ai customs con pezzi ARAH.
Posso ammetterli solo se sono fatti con pezzi di scarto, scoloriti o danneggiati.

User avatar
Wild Bill
Lieutenant
Lieutenant
Posts: 1371
Joined: 26/02/2014, 22:28
Sei un G.I. Joe o un Cobra?: G.I. Joe

Re: I "custom" degli ARAH sono "eticamente" corretti?

Post by Wild Bill » 09/12/2014, 22:36

E' giusto customizzare solo doppioni o via dicendo. E' un modo come un'altro di dare libero sfogo alla propria fantasia. L'importante che si usi il buon gusto. Sgt Sloughter ne è un chiaro esempio. ;)
"sturdy construction for rugged play"

User avatar
Sgt. Slaughter
Sergeant
Sergeant
Posts: 645
Joined: 18/09/2009, 20:08

Re: I "custom" degli ARAH sono "eticamente" corretti?

Post by Sgt. Slaughter » 10/12/2014, 23:12

Wild Bill wrote:E' giusto customizzare solo doppioni o via dicendo. E' un modo come un'altro di dare libero sfogo alla propria fantasia. L'importante che si usi il buon gusto. Sgt Sloughter ne è un chiaro esempio. ;)
Ti ringrazio Wild Bill :drunk:
Cmq capisco il pensiero di Ric e lo condivido anche, ma ci sono una marea di pezzi loose, rotti e rovinati o semplici doppioni che sinceramente parlando, non costituiscono nessun "patrimonio" se non sentimentale per il vecchio proprietario. Quindi perché non creare una propria linea di G.I. Joe tutta personale? Poi come detto su, la produzione è stata fatta a tonnellate, quindi ci sarà sempre qualcuno che tirerà fuori la sua collezione.
" And that's an order. "

Image

User avatar
Joe
Captain
Captain
Posts: 1682
Joined: 24/01/2010, 17:51
Location: Torino, San Salvario

Re: I "custom" degli ARAH sono "eticamente" corretti?

Post by Joe » 06/02/2015, 14:25

io quoto la versione di d.a.t, essendo uno smoccatore che gioca ancora con oggetti che considera giocattoli e cito testuale
" perché voglio rivivere le emozioni di quando ero bambino"
poi faccio un po' storia a sé in quanto collezionista anomalo che raccoglie pezzi anche non completi all'unico bisogno di soddisfare storie che ha nella testa ... :X
Ogni pipistrello è un angelo agli occhi di un topo...

Post Reply