COBRA COMMANDER'S BIOGRAPHY

Sezione dove i collezionisti più esperti risponderanno a tutte le curiosità dei nuovi Joe's Fans.
Post Reply
User avatar
Kobra Khan
Specialist
Specialist
Posts: 289
Joined: 22/09/2009, 21:54
Location: Cilento

COBRA COMMANDER'S BIOGRAPHY

Post by Kobra Khan » 21/02/2010, 22:24

Cobra Commander

L'uomo che sarebbe diventato il Comandante Cobra era un tipico americano della classe media prima che la tragedia e la sfortuna lo rendessero paranoico ed ossessivo, rendendolo uno degli uomini più pericolosi al mondo.

Poco è conosciuto sui particolari del passato del Comandante Cobra, ma durante i primi anni era un venditore d'auto che divenne un piccolo uomo d'affari, costantemente in lotta per avere successo. Quando le cose si fecero più dure ed i debiti cominciarono ad aumentare, il mondo del Comandante Cobra venne devastato dalla morte di suo fratello maggiore, Dan. Dan era stato un soldato durante la guerra del Vietnam. Aveva continuato a firmare per missioni nel sud-est asiatico per assicurarsi che suo fratello non fosse arruolato. Quando ritornò finalmente a casa, era cambiato: anni di guerra l'avevano influenzato profondamente, e per aiutare altri come lui aprì una casa d'assistenza per coloro che erano tornati dalla guerra trovando divorzi, bancarotta e disoccupazione. Tutto il suo denaro finì per finanziare questa attività, ma cominciò ad andar male e quando la banca stava per sequestrare le sue proprietà un veterano sotto l'effetto di droghe bruciò la casa. La banca incolpò e citò in giudizio Dan. Una giuria lo proclamò innocente, ma un giudice capovolse il verdetto, vedendo Dan come un veterano amareggiato in cerca di denaro facile, e la banca sequestrò ogni suo bene. Il verdetto distrusse Dan, che cominciò
a bere per superare il dolore. Rabbia, depressione ed alcolismo deviarono la sua mente e lo spinsero a tentare il suicidio. Cominciò a guidare a tutta velocità, facendo gimcane tra il traffico dell'autostrada, come per sfidare la morte a ghermirlo. La morte prese Dan quando, in preda all'incoscienza dell'alcool, ebbe una collisione frontale con un'altra auto. Dan ed i passeggeri dell'altra auto morirono all'istante. A bordo dell'altra vettura si trovavano i genitori di Snake-Eyes e Terri, sua sorella gemella, che andavano all'aeroporto ad incontrare Snake-Eyes. Stava tornando a casa dal Vietnam.

La morte di Dan devastò il Comandante Cobra. Diventò ossessionato dall'idea di dover far pagare qualcuno per la morte di Dan. Si diede a fare il vigilante per punire i criminali, appropriandosi però dei soldi da questi guadagnati illecitamente. Il Comandante rintracciò Snake-Eyes, che era infuriato ed abbattuto per la morte della sua famiglia ed aveva passato la
maggior parte del tempo bevendo e facendosi coinvolgere in risse. il Comandante Lo convinse ad unirsi a lui nel suo viaggio negli U.S.A., unica missione quella di somministrare la sua giustizia da vigilante, e non rivelò la propria identità o la sua connessione con l'incidente d'auto. Il Comandante, tuttavia, cominciò presto a sembrare più preoccupato di entrare in possesso del denaro dei criminali e di usarlo per comprare la lealtà di altri e Snake-Eyes cominciò a sentirsi incerto su ciò che stavano facendo e preoccupato per la crescente instabilità del suo nuovo amico. Una notte la coppia penetrò nell'abitazione del giudice Mitchell Tate, per motivi sconosciuti a Snake-Eyes. Il Comandante gli rivelò che Tate era il giudice che aveva rovinato la vita di suo fratello e che questi era colui che aveva guidato l'auto che aveva ucciso la sua
famiglia. Diede una pistola a Snake-Eyes e gli disse di uccidere il giudice. Snake-Eyes rifiutò e puntò la pistola verso il Comandante, solo per scoprire che questa era scarica. il Comandante disse a Snake-Eyes che aveva temuto che fosse troppo debole per premere il grilletto, ed uccise il giudice personalmente. Snake-Eyes fuggì, sperando di non vedere mai più il suo "amico".

Il futuro Comandante decise che se Snake-Eyes non sarebbe stato parte della soluzione, allora era parte del problema. Quando i suoi affari fallirono, iniziò a sognare di ottenere vendetta su Snake-Eyes. Lo rintracciò in Giappone, dove viveva con la famiglia e clan di ninja di Storm Shadow. Il Comandante Cobra contrasse dei debiti ed utilizzò i risparmi della sua famiglia per assumere il mercenario conosciuto come Firefly per uccidere Snake-Eyes, reputandolo adatto a causa della sua fama di persona infida e per la sua conoscenza delle arti marziali. Firefly si infiltrò nel clan di ninja, ma scoprì di non essere all'altezza di Snake-Eyes. Invece di ucciderlo personalmente, mise in contatto il Comandante Cobra con Zartan, un assassino indipendente che lavorava a Daytona Beach, in Florida. Il Comandante Cobra trovò Zartan a giocare a biliardo e
azzuffarsi con la gentaglia locale. Gli fornì una valigetta di denaro e lo assunse per uccidere Snake-Eyes. Zartan divenne l'apprendista dello spadaio del clan ninja e si infiltrò nel clan con l'aiuto di Firefly. usando una freccia rubata a Storm Shadow, Zartan scoccò in direzione di Snake-Eyes. Solo che ad essere ucciso non fu Snake-Eyes, ma l'hard master, zio di Storm Shadow e capo del clan. Con una singola freccia, le vite di Snake-Eyes, Storm Shadow ed il Comandante Cobra cambiarono per sempre. Storm Shadow venne accusato dell'assassinio e fuggì dalla sua famiglia dedicando la propria vita alla vendetta e Snake-Eyes perdette la sua famiglia adottiva.

Successivamente alla nascita del figlio del Comandante Cobra, Billy, sua moglie scoprì l'ossessione del marito e che questiaveva assunto Zartan. Quando lo affrontò il Comandante la lasciò portando Billy con sè. Guidò senza meta per l'America, dando la colpa di tutte le sue sventure ai grossi giri d'affari ed al governo, che erano votati a sopraffare i "pesci piccoli" della classe media. Il governo aveva ucciso suo fratello e devastato la sua impresa. Divenne paranoico
all'estremo e decise che se il sistema era contro di lui, avrebbe creato il suo sistema personale. Viaggiando per il paese visse in diverse città, spostandosi da un motel all'altro, trovando persone che come lui davano la colpa delle proprie sventure a tutto tranne che a sé stessi. Li coinvolse in una struttura gerarchica a piramide, facendogli vendere prodotti per pulizia e riviste, conducendo con sé Billy dovunque andasse. Presto non fu più soltanto il loro capo, diventò il loro
leader. Finalmente aveva successo, e deteneva il controllo; ma il potere servì solo ad alimentare il suo ego, facendogli credere di essere tanto grande quanto i suoi seguaci credevano che fosse. il Comandante Cobra trovò finalmente una città che sembrava fatta per lui: Springfield. Springfield era stata un piccola, piacevole città ma le sue imprese stavano fallendo e la sua popolazione diveniva disillusa. I cittadini crederono alle bugie del Comandante Cobra, che divenne presto l'uomo più potente della città. In poco tempo corruppe l'intera Springfield e divenne il suo salvatore. In quella piccola città da qualche parte in America venne fondata un'organizzazione segreta, il suo scopo di avvolgere l'intero mondo nelle proprie spire come un cobra gigante. Ottenne potere ed influenza attraverso l'estorsione ed il terrore. Ed al centro di tutto vi era
il Comandante Cobra, trasformato in un megalomane dal proprio ego che cresceva sempre più e che credeva alle sue stesse bugie. Tutto il senso di moralità era scomparso dall'uomo. Quando suo figlio Billy sparì nel movimento segreto anti-Cobra, spaventato da ciò che suo padre aveva fatto, al Comandante Cobra importò ben poco. Quando Billy crebbe le azioni di suo padre lo turbarono profondamente. Il suo diniego divenne completo e tutti i ricordi del passato bloccati: troppo dolorosi da ricordare.

Entro il 1982 i Cobra erano diventati un'organizzazione internazionale. Gli agenti Cobra si erano diffusi nel terzo mondo, usando il terrorismo per sovvertire i governi stranieri. Una delle prime missioni dei G.I.Joe fu di liberare un ambasciatore americano dagli agenti Cobra che operavano in medio oriente. il piccolo stato sudamericano della Sierra Gordo fu un altro delle prime vittime dei Cobra: i governi instabili divennero il loro campo di gioco. Mentre i G.I.Joe erano stati una volta un'organizzazione antiterroristica, col passare del tempo cominciarono a combattere esclusivamente i Cobra. I due gruppi divennero acerrimi nemici. I Joe ostacolarono il piano del Comandante Cobra di assassinare ambasciatori stranieri e sottomettere il governo degli Stati uniti. I Cobra utilizzarono la confusione della Guerra Fredda in proprio vantaggio, combattendo non solo la squadra G.I.Joe americana, ma anche l'October Guard sovietica. Per un periodo, il
Comandante Cobra restò in carica. Sebbene estremamente pericoloso, rimase calmo e sicuro di sè, il suo potere indiscusso. Ma quando la dimensione dell'organizzazione crebbe, più persone erano necessarie per controllarla. Quando accolse il commerciante di armi scozzese Destro nei Cobra, lo sottovalutò: presto scoprì che Destro era più competente ed intelligente di quando avesse pensato. E quando scoprì la passata relazione tra il suo luogotenente più fidato, la Baronessa, e Destro la paranoia del Comandante riemerse. Assunse il maggiore Sebastian Bludd per uccidere Destro. Il piano alla fine fallì, ma l'organizzazione Cobra venne coinvolta in una costante lotta per il potere, e la calma esteriore del Comandante lasciò il posto alla follia che si trovava sotto la superficie.

Col proseguire della battaglia contro i G.I.Joe il Comandante Cobra assunse Storm Shadow come sua guardia del corpo personale. Il ninja è entrato nell'organizzazione cercando vendetta, sapendo che l'assassino di suo zio aveva legami con i Cobra. Il Comandante Cobra era cosciente dell'identità di Storm Shadow, ma non gli ha mai fatto capire di conoscere la verità. Storm Shadow gli dichiarò lealtà, salvandolo perfino dai Joe quando questi lo catturarono. La battaglia per il potere nei ranghi dei Cobra continuava, La Baronessa voleva togliere il controllo dei Cobra al Comandante, ma Destro non voleva far parte di un piano simile. Sebbene non gli piacesse il Comandante, gli aveva dichiarato fedeltà e non l'avrebbe tradito. Con l'aiuto del Maggiore Bludd, la Baronessa reclutò un giovane del movimento segreto anticobra per assassinare il Comandante. Si scoprì che il ragazzo era Billy, che venne fermato da Destro e catturato. I ricordi di Billy riemersero, ma il comandante Cobra rifiutò di mostrargli pietà. Sebbene fosse stato interrogato, Billy non tradì i suoi co-cospiratori. Storm Shadow venne colpito dal senso dell'onore del ragazzo e disgustato dai cospiratori misteriosi. Decise di liberare Billy e fuggì con lui a New York. Lì, Billy divenne un apprendista del ninjutsu, apprendendo l'antica arte da Storm Shadow. Alla fine, Billy lasciò Storm Shadow ed andò ad affrontare suo padre. Quando ritornò a Springfield, Billy venne coinvolto in un combattimento tra gli agenti Cobra ed il soft master. un missile distrusse la
macchina nella quale Billy viaggiava, lasciandolo in coma e facendogli perdere un occhio ed una gamba.

Il Comandante Cobra tornò a dimenticare del tutto suo figlio. Nel suo piano più brillante, ingannò i G.I.Joe facendo sì che le loro azioni aggravassero le condizioni di una faglia geologica nel Golfo del Messico. I risultanti terremoti spinsero in alto un enorme pezzo di territorio, facendolo emergere dall'oceano. Le forze Cobra tennero l'isola appena formatasi contro le truppe Joe finché i legali Cobra a Washington fecero sì che l'isola fosse dichiarata stato sovrano. L'Isola dei Cobra ebbe presto tutti i benefici di una nazione indipendente col suo spazio aereo e tre miglia di acque territoriali, grazie alle leggi internazionali. Nonostante le regole internazionali, un jet Skystryker dei G.I.Joe venne inviato a spiare l'isola dall'aria. A bordo del jet vi era Ripcord. il pilota, Ace, fu sorpreso quando Ripcord si espulse dall'aereo per andare a cercare la sua fidanzata scomparsa, Candy, che credeva si trovasse sull'isola. In realtà Candy era stata uccisa
nello stesso incidente d'auto che aveva quasi ucciso Billy. Mentre Ripcord combatteva con Zartan sull'isola, Storm Shadow e Snake-Eyes appresero che Zartan era stato l'assassino dell'hard master. I due ninja sbarcarono sull'isola, pronti a vendicare la morte del loro maestro. Nel caos che seguì, Ripcord venne gravemente ferito da Zartan e sostituito da questi.
Un piccolo team di Joe arrivò sull'isola e "salvò" Zartan, che fingeva di essere Ripcord. Nel frattempo, Ripcord prese il posto di Zartan a Springfield. Storm Shadow trovò il Comandante Cobra e gli chiese se avesse ordinato a Zartan di uccidere l'Hard Master. Il Comandante mentì sfacciatamente alla sua ex guardia del corpo: "Zartan lo fece... per provare che ne era
in grado!" Storm Shadow venne successivamente sparato ed apparentemente ucciso dalla Baronessa mentre lui e Snake-Eyes cercavano di farsi strada attraverso l'isola per fuggirne.

Quando le cose si stabilizzarono in qualche modo, il Comandante diede al Dr. Mindbender l'autorizzazione per iniziare un incredibile progetto. Mindbender aveva dichiarato di poter creare il soldato definitivo usando i resti del DNA dei più grandi soldati della storia. Alla fine, i Cobra ritrovarono i resti di diversi famosi guerrieri inclusi Giulio Cesare, Napoleone, Attila l'unno e Annibale. Sorprendentemente, il piano di Mindebender funzionò. A Springfield combinò il DNA dei
guerrieri morti da lungo tempo con un corpo clonato. Utilizzò anche il corpo di Storm Shadow, che nel processo venne resuscitato: il risultato fu Serpentor, l'amalgama dei più grandi capi militari della storia. Appena il progetto fu completato, Springfield venne invasa da quasi tutto il team Joe. I Joe scoprirono l'ubicazione della città grazie a Ripcord che fingeva ancora di essere Zartan. Dall'Isola dei Cobra il Comandante ordinò l'evacuazione di Springfield, organizzata da
Destro. Serpentor venne inviato a guidare le truppe contro i Joe per permettere alla gente di Springfield di fuggire. Ciò di cui il Comandante Cobra non si era reso conto era che i più grandi soldati della storia erano anche dei grandi capi militari e dei conquistatori. Le truppe Cobra ora adoravano Serpentor ed il Comandante temeva che la sua posizione potesse venire usurpata, e tentò perfino farlo assassinare.

Dopo l'evacuazione di Springfield il quartier generale dei Joe, meglio noto come The Pit, venne chiuso ed i Joe indagati. Serpentor ed il Comandante Cobra unirono le loro forze per infiltrare e distruggere il Pit. Nel tentativo di riguadagnare il rispetto dei suoi soldati, il Comandante guidò l'invasione personalmente con Destro al proprio fianco. Le uniche persone lasciate a difendere il Pit erano Hawk e tre ufficiali di alto grado. Quando il Comandante Cobra vide che Hawk era nel Pit giurò di uccidere di persona la propria nemesi, ma il generale Hawk ed Hollingsworth fuggirono dal Pit e lo fecero detonare. il Pit venne distrutto e crollò su se stesso, lasciando il Comandante e Destro intrappolati all'interno. Sia i Cobra che i G.I.Joe crederono che fossero morti nell'esplosione, ma in realtà i due uomini erano intrappolati nei livelli inferiori del Pit. Usando una macchina trivellatrice dei Joe per fuggire, si fecero strada verso un centro commerciale chiuso. Si travestirono e rubarono un'auto, tentando di tornare a Springfield. Lungo la strada, un agente di polizia statale fermò la macchina. Quando vide il nome del Comandante sulla patente il poliziotto lo informò che suo figlio, Billy, era in coma e che doveva ancora rimettersi dalle ferite riportate durante la fuga da Springfield. Destro lasciò il comandante solo con suo figlio ed egli giurò di diventare un padre migliore per Billy. Nel frattempo, Serpentor aveva assunto il controllo dei Cobra ed aveva continuato il progetto Terror-Drome del Comandante. I Cobra divennero mercanti d'armi, vendendo basi di lancio modulari conosciute come Terror-Drome a chiunque avesse potuto permettersele. I primi acquirenti furono i rivoluzionari della Sierra Gordo. Insieme alle basi erano inclusi i "consulenti" Cobra: I Cobra ebbero così un ruolo attivo nella rivoluzione, ottenendo un punto d'appoggio nella piccola nazione.

Poco tempo dopo il Comandante Cobra portò Billy ad una Crimson Guard sotto copertura conosciuta come Fred VII. Fred era un genio meccanico e disegnava prototipi di nuove armi per i Cobra. Il Comandante chiese a Fred di creare una gamba artificiale per Billy per rimpiazzare quella perduta. Dopo averlo fatto, Fred mostrò al Comandante Cobra una tuta da battaglia appena progettata che il Comandante provò. Con l'aiuto di Raptor e del nuovo veicolo d'attacco Cobra Pogo, il Comandante aveva intenzione di ritornare ai Cobra e distruggere i G.I.Joe per sempre. Billy, tuttavia, non volle partecipare e lasciò di nuovo suo padre. Il Comandante era determinato ad essere un padre per Billy e giurò di abbandonare i Cobra. In quel momento l'intera vita del Comandante Cobra avrebbe potuto cambiare ed avrebbe potuto iniziare a fare ammenda per tutto ciò di cui era stato causa. Ma ciò non era destinato ad accadere. Fred era furioso: aveva dedicato la sua intera vita ai Cobra e non avrebbe lasciato andar via il Comandante. Estrasse la pistola gridando: "tu mi sei debitore!" ed esplose un colpo nella schiena del Comandante. Restando a guardare il corpo senza vita del suo capo, prese l'elmo dell'armatura da battaglia, commentando: "la cosa divertente di questo elmetto è che sotto potrebbe esserci chiunque". Egli e Raptor seppellirono il corpo del Comandante e Fred partì per l'Isola Cobra, ove Fred sostenne di essere il vero Comandante Cobra. Quando si tolse l'elmetto e la Baronessa scoprì la sua vera identità, Fred pensò che l'inganno fosse fallito e che non sarebbe vissuto a lungo. Invece la Baronessa divenne il "socio silenzioso" di Fred, ottenendo finalmente la possibilità di
controllare i Cobra, sebbene da dietro le quinte.

La storia del Comandante Cobra non finisce qui. Quando Fred VII seppellì il corpo, non sapeva di essere osservato da un'altra Crimson Guard, Fred VIII. Il soldato lo riesumò, solo per scoprire che era solo prossimo alla morte e che poteva ancora essere salvato. Il Comandante Cobra venne rianimato e contattò le Crimson Guard a lui leali. Col loro aiuto diede il via ad una nuova compagnia come quando creò i Cobra per la prima volta. Presto, la nuova compagnia divenne un successo e per il seguente paio d'anni i Cobra non seppero nulla del destino del vero Comandante Cobra mentre questi faceva tenere il suo supposto luogo di sepoltura sotto sorveglianza. Alla fine, Raptor svelò al Dr. mindbender la verità sul Comandante Cobra. Mindbender era pronto ad usare il materiale genetico del Comandante per creare un nuovo leader, ma scoprì la tomba vuota. Fu allora che il Comandante Cobra gli rivelò di essere vivo. Seguito da una dozzina di Crimson Guard ritornò all'isola dei Cobra per rivendicare la propria organizzazione e punire i suoi nemici. Sull'isola trovò diverse persone a discutere nella in una fregata arenata sull'isola. All'interno si trovavano Zartan, Firefly, Fred VII e diversi altri, incluso Billy, che erano venuti sull'isola per svelare l'identità di Fred. Il Comandante Cobra gettò dentro Mindbender e Raptor, insieme agli altri "traditori", e definendo la propria decisione di diventare un padre modello "irrazionale" disconobbe Billy come figlio. Pensò quindi di sigillare la fregata ed uccidere tutti quelli che si trovavano all'interno. Billy gridò dall'interno: "ucciderai più di una nave piena di persone, se uccidi noi ucciderai la tua umanità!" Il Comandante rise. "Quella è stata uccisa molto tempo fa," disse, "quando il mio stesso figlio tentò di uccidermi!" Usando degli esplosivi, seppellì la fregata sotto le macerie del vulcano dell'isola.

Dopo questo episodio, il Comandate Cobra riassunse il controllo dei Cobra e diede inizio ad un nuovo piano. Conquistò la città di Melville facendo il lavaggio del cervello alla popolazione e trasformandola in un'altra Springfield piena di schiavi che costruivano veicoli ed armi per i Cobra. Subito dopo i Cobra siglarono un patto con l'emiro del Benzheen, uno stato del Medio Oriente ricco di petrolio e fornirono assistenza al Benzheen in una guerra che portò alla morte di molti
membri dei G.I.Joe. Successivamente alla battaglia del Benzheen, il Comandante Cobra pianificò un assalto al castello di Destro in Scozia. Sebbene Destro avesse quasi abbandonato l'attività, il Comandante voleva "mettere al suo posto quello straniero arrogante". Proprio prima dell'attacco scoprì che Billy e Zartan erano fuggiti dalla fregata. Entrambi avevano finito per salvare Destro durante l'attacco, e successivamente avevano aiutato i Joe e Destro a salvare la Baronessa.
Sebbene molti dei suoi piani fossero falliti, il Comandante impegnò i Cobra in altre operazioni. Durante gli anni immediatamente successivi, i Cobra attaccarono il nuovo castello di Destro in Trans-Carpazia, combatterono in Joe a Millville ed assaltarono perfino il loro quartier generale nello Utah. Il Comandante Cobra ritornò nell'ex nazione sovietica di Borovia nel 1994 e ivi appoggiò il nuovo presidente Metz e giustiziò personalmente due combattenti per la libertà
Boroviani, Magda ed il Clown Bianco, entrambi collegati ai G.I.Joe. Usando lo scanner di onde cerebrali il Comandante effettuò il lavaggio del cervello su Destro, la Baronessa, Zartan, Storm Shadow e perfino Billy. Tutti loro avevano spezzato i legami con i Cobra molto tempo prima, ma controllando le loro menti il Comandante Cobra aveva riformato "l'alto comando" Cobra. I Joe furono costretti a ritornare negli Stati uniti dopo il fallimento dei loro tentativi di salvataggio. Poco dopo l'esercito sciolse la squadra G.I.Joe. Questa sarebbe stata un'ottima notizia per il Comandante Cobra se le sue forze in Europa non fossero cadute in seguito ad un attacco unificato delle forze militari regolari. Sulla scia di questo conflitto la maggior parte dell'alto comando dei Cobra scomparì, ed il Comandante Cobra stesso divenne un fuggitivo internazionale.

Nel 2001, diversi anni dopo la sconfitta dei Cobra e la scomparsa del Comandante, rapporti di attività Cobra nel Medio Oriente, Europa e Sud America guidate dal Comandante Cobra cominciarono a venire dalle agenzie di spionaggio mondiali. Aveva ricostituito i Cobra reclutando soldati disillusi in varie parti del mondo. Delle foto spia scattate nelle Everglades della Florida rivelarono che il Comandante si trovava negli Stati uniti. Contattò molti membri del suo precedente alto comando e li convocò ad una riunione nel quartier generale dei Dreadnoks in Florida -- ora una banda di motociclisti organizzata a livello nazionale. Rivelò i suoi "naniti" -- macchine microscopiche che possono essere utilizzate per infettare sia i sistemi elettronici mondiali che il corpo umano. Prima che i suoi piani potessero dare dei frutti, Destro arrivò e si
impadronì dell'organizzazione Cobra con la forza. Infettò il Comandante con i naniti, lasciandolo farneticante, delirante ed appena cosciente. Mentre il Comandante restava relegato in una cella imbottita, le truppe Cobra e gli Iron Grenadier, sotto il comando di Destro, combatterono contro i G.I.Joe, appena ricostituiti, perché non riuscissero ad impedire ai naniti di portare il paese al collasso. Mentre le forze si confrontavano in Washington DC, i naniti vennero disattivati ed il
Comandante salvato dalla sua cella da Storm Shadow, ancora palesemente sotto l'effetto dello scanner di onde cerebrali. Con Tomax, Xamot e la sua vecchia guardia del corpo al suo fianco, il Comandante riunì con l'inganno tutti i membri del suo precedente alto comando (eccetto Destro) e si mostrò. Minacciando di scatenare la furia di Storm Shadow contro di loro, gli disse che avrebbero continuato a servirlo e che egli decideva di risparmiare le loro vite in cambio dei loro servigi, per pagargli il debito che gli dovevano. Quindi attaccò il castello di Destro in Trans-Carpazia, progettando di ucciderlo per il suo tradimento. Destro rivelò che l'uomo che aveva sottratto l'organizzazione Cobra al Comandante era stato in realtà suo figlio, Alexander, che aveva agito di sua iniziativa. Per rimediare all'accaduto Destro offrì i suoi servigi ai Cobra
finché il Comandante lo avesse voluto. Questi acconsentì e fu pronto a continuare i suoi progetti con i Cobra con tutti i vecchi luogotenenti al suo servizio.

Il Comandante ancora una volta prese l'iniziativa contro i Joe, introducendo di nascosto una testata nucleare negli Stati uniti ed inviando Storm Shadow ad assassinare il generale Hawk e mettendo in moto molti altri piani. Quando Storm Shadow stava per lberarsi dal lavaggio del cervello del Comandante, questi lo raggiunse prima che Snake-Eyes e Billy potessero aiutarlo e rinnovò il trattamento con una nuova sessione di scanner di onde cerebrali. Il Comandante sfuggì a Snake-Eyes dopo aver sparato a suo figlio, Billy, e riuscì a scappare ancora una volta con l'aiuto di Storm Shadow. Durante il viaggio verso la salvezza il Comandante fu attaccato e rapito da agenti sconosciuti. Venne condotto sull'Isola dei Cobra dove fu scioccato nell'apprendere che Serpentor era stato resuscitato da ex truppe Cobra ed era assistito dal Dr. Mindbender. Il suo
vecchio rivale aveva creato un'armata di seguaci conosciuta come The Coil ed aveva attaccato diverse grandi città in tutto il mondo. Il Comandante fuggì dalla sua cella con l'aiuto di alcuni Joe prigionieri ed inviò un messaggio radio a Destro dicendo che tutti i debiti sarebbero stati ripagati se lo avesse salvato. Mentre fuggiva giunse una forza d'invasione G.I.Joe, presto eguita dalle truppe di Destro, dai Cobra e dai Dreadnok. mentre la battaglia infuriava il Comandante venne
affrontato da Serpentor sulla rampa di lancio dei Firebat sopra un'alta cascata, mentre Mindbender osservava. Il Comandante combatté l'ex imperatore Cobra, ma scoprì di non essere alla sua altezza. Serpentor gli ingiunse di togliersi l'elmetto prima di essere ucciso. Egli gli consegnò l'elmetto, solo perché esplodesse nelle mani di Serpentor. Il Comandante schernì
Serpentor, insanguinato e stordito: "sei stato creato con un potenziale così straordinario, Serpentor. Ma ti manca il DNA più importante di tutti... il mio" e con un calcio lo spinse giù dalla rampa e nell'acqua sottostante. Mindbender fuggì mentre il Comandante gli gridava che non gli sarebbe mai sfuggito. "Non riuscirai mai a fuggire abbastanza lontano!"

In seguito alla battaglia sull'Isola dei Cobra il Comandante scomparì e si nascose insieme a Storm Shadow in un ritiro segreto dei Red Ninja in Tibet, dove sperava di reclutare i ninja per la propria organizzazione. Riuscì a fuggire per un pelo quando i Joe scoprirono il nascondiglio dei ninja. Ritornò per riprendersi finalmente la propria organizzazione da Destro, che era ansioso di passare il comando e ritornare in Scozia, essendo il suo debito nei confronti del Comandante
finalmente ripagato. Grazie agli sforzi di Tomax e Xamot i Cobra riconquistarono il controllo dell'Isola dei Cobra ed il Comandante fu pronto per terrorizzare ancora una volta i Joe ed il mondo. Ma la cattura di Destro da parte dei G.I.Joe in Sierra Gordo ostacolò i suoi piani. Il mercante d'armi stava per essere processato al cospetto dell'O.N.U. quando stipulò un
accordo: non avrebbe rivelato nessuno degli sporchi segreti riguardo alcuni traffici d'armi con certe nazioni in cambio della propria libertà e si offrì di aiutarli a catturare finalmente il Comandante Cobra. Il Comandante fu adescato comunicandogli che Destro si trovava su un treno sorvegliato dai Joe. Questi credé anche che la Baronessa avesse voltato le spalle a Destro. In realtà Destro era già stato liberato prima che il Comandante conducesse l'attacco al treno. Nel mezzo della battaglia lottò con Hawk corpo a corpo e quando ebbe un leggero vantaggio sparò il comandante dei Joe nella schiena a bruciapelo. Pochi istanti dopo la Baronessa sparò al Comandante, che venne rapidamente preso in custodia dai Joe mentre un Hawk paralizzato veniva trasferito d'urgenza in ospedale.

Il Comandante venne condotto in un'installazione federale in attesa di essere interrogato -- o così sembrava. In realtà quello arrestato non era affatto il Comandante: era Zartan camuffato. Qualche tempo prima, Zartan ed il Comandante avevano invertito i ruoli; subodorando tradimento, il Comandante aveva preso il posto di Zartan nel suo complesso dei Dreadnok
mentre Zartan attaccava il treno che avrebbe dovuto contenere Destro. Il Comandante Cobra alla fine liberò Zartan e tornò all'Isola dei Cobra, dove Destro guidava l'organizzazione. Destro non aveva idea che il Maggiore Bludd, Tomax, Xamot ed altri era rimasti fedeli al Comandante per tutto il tempo e gli avevano permesso di superare le difese dell'isola. Destro fece fuggire in aereoplano la Baronessa incinta insieme alla sua guardia del corpo Wraith, ma il Comandante lanciò un missile che distrusse l'aereo, presumibilmente uccidendo la Baronessa. Quindi assunse il controllo dell'arma chiamata Tempest, un dispositivo capace di caricare le nubi di pioggia. Con l'aiuto del Dr. Mindbender, venne utilizzata per far piovere il virus che consumava la carne conosciuto come Death Angel su un'area precisa. Il test dell'arma spinse il governo
degli Stati uniti ad occuparsi della minaccia dei Cobra una volta per tutte sganciando un ordigno nucleare sull'Isola dei Cobra. Il Comandante era a conoscenza del piano di bombardamento grazie al corrotto generale Gibs, ed escogitò un piano per usare la bomba per vendicarsi dei suoi nemici. Il Comandante, i soldati Cobra a lui leali ed un certo numero di prigionieri incluso Destro fuggirono in volo dall'isola. Coloro che restarono sull'isola erano tutti ex membri del Coil che si erano
riuniti ai Cobra sotto il comando di Destro. Schernendoli con un ultimo video messaggio mentre il velivolo lasciava l'isola, il Comandante informò le truppe Coil che stavano per pagare la loro slealtà. Pochi secondi dopo un pilota G.I.Joe sganciò una bomba nucleare, che distrusse l'Isola. Il Comandante fondò un nuovo quartier generale nella nazione europea del Badhikstan e si preparò per lanciare il Tempest in orbita, montato su un satellite. Dopo che il Dr. Mindbender ebbe finito
di predisporre il Tempest il Comandante gli sparò, ponendo fine ad anni di tradimenti. Presto i G.I.Joe condussero un assalto alla base Cobra, sconfiggendo le truppe che vi trovarono e distrussero il Tempest con l'aiuto del Dr.Mindbender -- il suo atto finale prima di morire per l'emorraggia causatagli dal colpo del Comandante. Il Comandante fuggì con Tomax e
Xamot e si nascose in una caverna da qualche parte nel Badhikstan. Fu lì che venne affrontato da Dela Eden armata di pistola, un membro dei Red Shadow -- un gruppo segreto che tentava di sbarazzarsi sia dei G.I.Joe che dei Cobra per perseguire il proprio obiettivo di dominazione mondiale.

La sorte del Comandante Cobra dopo il suo scontro con i Red Shadow restò sconosciuta. Hawk, in ospedale ed ossessionato dall'idea di trovare il Comandante, inviò Spirit in una missione segreta per rintracciarlo. Spirit passò dei mesi seguendo tracce e voci che lo condussero in Sud America, dove sentì gli indigeni parlare del "Fantasma Blu" che veniva associato alla scomparsa di criminali locali, i quali Spirit suppose venissero reclutati dal Comandante. Spirit raggiunse infine una capanna nel sud del Perù e fu sorpreso di trovarvi il Comandante, che attendeva il suo arrivo con una pistola spianata. Spirit fu catturato e gettato in una cella, dove restò per qualche tempo mentre il Comandante metteva in moto il suo ultimo piano.

Sebbene i G.I.Joe non vennero a conoscenza di questo fatto per quasi un anno, il Comandante Cobra aveva cominciato a ricostituire lentamente i Cobra come in passato. Con mezzi ancora sconosciuti uccise il capo dello staff della Casa Bianca Garrett Freedlowe e ne prese il posto con l'aiuto della tecnologia di Zartan. Fingendosi uno dei consiglieri più vicini al
presidente il Comandante ottenne l'accesso a segreti governativi come mai prima d'allora. Tentò di convincere il presidente che la squadra G.I.Joe da poco riattivata era non solo superflua, ma che non meritava nemmeno fiducia. Il presidente seguì il consiglio di "Freedlowe" e gli permise di creare una squadra per missioni speciali chiamata Phoenix Guard che rimpiazzasse i G.I.Joe. Il capo della squadra era il generale Philip Rey, che non aveva idea della vera identità di Freedlowe. E, all'insaputa di Rey, i soldati assegnati alla squadra erano tutti ex agenti Cobra con false identità. Venne detto a Rey che i G.I.Joe avevano cominciato ad agire al di fuori delle regole, e la Phoenix Guard venne inviata per invadere ed assumere il controllo del nuovo quartier generale dei Joe. Sebbene Rey avesse ordinato di uccidere meno persone possibile, i Cobra camuffati causarono gravi danni alla base, ferirono molti Joe ed uccisero un numero ancora maggiore di
persone dello staff di supporto. Mentre la sua squadra assumeva il controllo della base, Rey scoprì la loro identità ed aiutò i Joe a sconfiggere gli invasori. Il Comandante dei Joe, il generale Colton, contattò il presidente che era all'oscuro dell'attacco. Questi capì che Freedlowe era dietro l'attacco, ma quando giunse nel suo ufficio insieme ai servizi segreti ne ritrovò il corpo morto da lungo tempo. Il volto del Comandante Cobra apparve su uno schermo vicino, informando il presidente del suo inganno. Aggiunse poi che ora era a conoscenza dei più grandi segreti e debolezze della nazione. Tornato nella sua base operativa, il Comandante pianificò l'attivazione di un certo numero di cellule Cobra nascoste e di lanciare il suo nuovo piano per la vittoria. E all'insaputa di tutti tranne che dei suoi luogotenenti più vicini, il Comandante ha ora il
figlio appena nato della Baronessa nelle mani dei dottori Cobra. I suoi piani per il futuro rimangono sconosciuti.
:cobra: :interrogator: :cobra:

User avatar
Euphoric Entrapment
Captain
Captain
Posts: 1701
Joined: 11/10/2009, 22:27
Sei un G.I. Joe o un Cobra?: G.I. Joe
Location: Bergamo
Contact:

Re: COBRA COMMANDER'S BIOGRAPHY

Post by Euphoric Entrapment » 24/02/2010, 0:50

Ottimo lavoro Kobra! devo fare i complimenti anche ad alex per questa giusto?
cacchio che paranoie però la storia del comandante :(

User avatar
^RIGOR^
Sergeant
Sergeant
Posts: 565
Joined: 28/12/2009, 2:38
Location: Sardegna

Re: COBRA COMMANDER'S BIOGRAPHY

Post by ^RIGOR^ » 24/02/2010, 1:20

dopo tutto quel tempo dovrebbe essere abbastanza vecchiotto il comandante eh! già non sarà tipo darth vader quando si leva la maschera!! :D

User avatar
AlexEyes
Colonel
Colonel
Posts: 3104
Joined: 18/09/2009, 1:25
Location: Unknown
Contact:

Re: COBRA COMMANDER'S BIOGRAPHY

Post by AlexEyes » 24/02/2010, 2:27

Euphoric Entrapment wrote:Ottimo lavoro Kobra! devo fare i complimenti anche ad alex per questa giusto?
cacchio che paranoie però la storia del comandante :(

Il lavoro di traduzione della bio del Comandante Cobra l' ha fatta interamente Kobra Khan, gli hopassato il lavoro e io mi sto dando al nostro caro James Mc Cullen. Grazie Kobra Khan :)
Image
Image

User avatar
Mario
Lieutenant
Lieutenant
Posts: 1126
Joined: 24/10/2009, 20:04
Location: Calabbbrese

Re: COBRA COMMANDER'S BIOGRAPHY

Post by Mario » 24/02/2010, 12:30

Grazie Kobra Khan :inchino:

Post Reply